ArtescommunityART AS A VEHICLE FOR EDUCATION AND SOCIAL INCLUSION

Riabilitazione Attraverso l’ Educazione all’ Arte fotografica

picture_etra_learning_path_3

Cosa si intende per Arte in questo  tipo di attività? Si intende qualsiasi espressione dell’attività umana che usa la fotografia per mostrare una visione personale o fantastica. La fotografia viene utilizzata come stimolo per la sensibilizzazione culturale e l’autoconsapevolezza che è l’obiettivo principale di questo “fare artistico” terapeutico ed educativo rivolto apersone a rischio di esclusione sociale.

L’ arte della fotografia aiuta infatti le persone con problemi particolari, le persone con difficoltà o persone che stanno vivendo notevoli disagi ad esprimersi creativamente e allo stesso tempo sviluppa una maggiore autonomia e aiuta a  scoprire abilità nascoste, sviluppare atteggiamenti di vita positivi e attivare relazioni sociali.

L’ipotesi è che l’ espressione di  stati d’ animo o i pensieri  attraverso la parola puo’ essere talvolta difficile mentre  un mezzo visivo faciliterà questo processo di comunicazione. Fotografia consentirà la rappresentazione dei singoli punti di vista, di cose, persone e luoghi. Nel caso di persone in stato di disagio l’ arte della fotografia  può essere utilizzata per facilitare la gestione delle emozioni e facilitare la comunicazione  interpersonale  rendendo le persone visibili a se stesse e agli altri.

Lo struttura del seminario che viene presentato è stato sviluppato nel progetto Europeo E.T.R.A. dove i partecipanti, adulti o giovani adulti in situazioni vulnerabili o a rischio di esclusione sociale, hanno seguito un percorso di apprendimento incentrato sulla fotografia. Il primo passo è stato quello di promuovere la sensibilizzazione culturale attraverso visite a mostre e  incontri con artisti locali.  Una volta che gli studenti attraverso l’ arte sono stati stimolati all’ auto espressione  poi sono stati guidati verso la fase successiva che consiste nella produzione di foto artistiche, collage di foto, foto dipinte e rielaborazione grafica di foto.

 

DALLA PERCEZIONE ALLA CREAZIONE TATTILE

Obiettivo principale di questa attività:

  • Stimolare il processo di selezione delle immagini
  • Stimolare il processo di creazione di significato
  • Promuovere la comunicazione
  • Aumentare la comprensione di punti di vista diversi
  • Promuovere l’ auto espressione attraverso la fotografia
  • Promuovere il dialogo attraverso un lavoro collettivo

FASE 1: Selezione delle proprie  fotografie
Le persone  lavorano con delle fotografie che sono state scattate da loro. Le immagini stampate sono state disposte nello spazio disponibile. Ad ogni persona viene  chiesto di scegliere le immagini (da un minimo di 5 ad un massimo di 10) che piu’ gli piacciono e che sono più rappresentative.

FASE 2: Creare il proprio spazio
La mia storia, la mia casa. Le immagini selezionate vengono disposte  su un grande foglio bianco.  Le persone sono invitate a scegliere autonomamente dove mettere le foto. Il compito è quello di creare una storia con un significato personale.

FASE 3: Annotazione di parole associate
Le persone sono invitate a trovare parole collegate ad ogni fotografia. Le parole devono essere scritte spontaneamente e devono descrivere emozioni, sensazioni e /o ricordi.

FASE 4: Un titolo significativo per la creazione personale
Le persone sono invitate a esaminare le foto e le parole che hanno scritto e a vedere se riescono a trovare un titolo per l’intero collage.

FASE 5: Questo è  la mia casa
In questa fase, ogni persona “invita” gli altri membri del gruppo a scoprire la sua ” casa” (il collage personale) e spiega la ragione di ogni scelta effettuata (immagini e scrittura). ln questo modo le persone possono condividere le creazioni personali.

FASE 6: Creare la mappa della città
In questa fase si crea la mappa di una città utilizzando la creazione collettiva fatta dai membri del gruppo. Un’intera parete viene coperta di carta su cui le persone attaccato il loro collage selezionando la posizione sulla mappa. Attraverso  i materiali artistici disponibili viene chiesto di creare connessioni (strade , parchi, negozi e di aggiungere dei personaggi, ecc) tra le case rappresentate nel collage per arrivare a costruire una mappa del gruppo.

FASE 7: Un titolo significativo per la creazione di gruppo
Alle persone che hanno creato il collage viene chiesto di esaminare la mappa e di trovare insieme il nome della città.

 

Risultati raggiunti

Il processo di condivisione di foto all’ interno del gruppo ha permesso alle persone che hanno partecipato a questa attività di parlare di ciò che è importante per loro. Questo ha notevolmente aumentato l’ autostima e la capacità di raccontare le proprie storie. In questo caso le fotografie vengono usate in sostituzione della comunicazione verbale, offrono un linguaggio visivo e diventano mezzi per convogliare le emozioni. Le fotografie possono essere utilizzate anche in senso metaforico, consentendo alle persone di parlare attraverso l’immagine o come mezzo di organizzazione e  di strutturazione  di ciò che una persona vuole dire offrendo un quadro di riferimento e un argomento di conversazione. Si puo’ decidere di parlare del contenuto della fotografia, della storia dell’immagine  rappresentata o del suo significato. Il lavoro collettivo ha permesso al gruppo di creare uno spazio comune in cui ogni membro è stato in grado di sentirsi liberi di andare oltre l’imbarazzo e le situazioni di inadeguatezza

 

Altre informazioni sul progetto ETRA

E.T.R.A website: link

Newsletter: link

 

Add a comment

You must be logged in to comment.